domenica 10 febbraio 2019

Risotto afrodisiaco di San Valentino

Oggi voglio proporvi questo piatto che stuzzica i sensi: il risotto afrodisiaco di San Valentino, ottimo per la cena romantica del 14 febbraio. 
E' a base di riso integrale che, come tutti i cereali integrali, è ricco di vitamina B6 (la cui carenza può essere correlata anche a uno stato d'ansia) e spezie come lo zafferano, che migliora l'umore e le prestazioni sessuali e il peperoncino, che ha  proprietà vasodilatatrici e quindi accende il desiderio. 





Se poi ci mettiamo anche le noci, che secondo molte tradizioni hanno potere afrodisiaco (ma anche grazie alla presenza degli acidi grassi polinsaturi e di L-arginina, un aminoacido  che nel corpo e convertito in ossido nitrico, con proprietà di migliorare l'afflusso di sangue nelle zone genitali), la cenetta degli innamorati è pronta.
Consiglio per il dopo cena? Un quadrettino di cioccolato fondente accompagnato da una tisana fatta con zenzero, cannella e chiodi di garofano. Il cioccolato è un eccitante e antidepressivo naturale, che aiuta a produrre endorfine, gli ormoni del piacere. Lo zenzero, tra le altre proprietà, è un tonico che ha effetti positivi sulla libido; la cannella è stimolante, influenza l'azione degli estrogeni sui genitali ed agisce anche da vasodilatatore; i chiodi di garofano stimolano il desiderio e aumentano le prestazioni.
Allora... ecco la ricetta.





Ingredienti (tutti biologici)
160 gr di riso integrale
750 ml di brodo vegetale già salato (con sale marino integrale)
1 bicchiere di vino bianco
1 pizzico di peperoncino
1 bustina di zafferano
4 noci
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva spremuto a freddo

 




Versare il riso nella pentola e farlo tostare, mescolando, per 2-3 minuti. Sfumare quindi con il vino bianco  a fiamma bassa finchè non sarà evaporato. Aggiungere  i1 pizzico di peperoncino in polvere, lasciando insaporire per qualche attimo, quindi versarvi sopra il brodo vegetale caldo. Lasciar cuocere il risotto per 30-40 minuti, girando ogni tanto e aggiungendo il brodo caldo se serve. Intanto sgusciate e triturate le noci. Quando il riso sarà asciugato, spegnere il fuoco, aggiungere lo zafferano, le noci triturate, l'olio e mescolare. Mettere il riso in stampini a forma di cuore e servire ben caldo.

giovedì 7 febbraio 2019

Castagnole Kousmine di Carnevale

I dolci di Carnevale di solito non sono certo  salutari. Spesso fritti e fatti con zucchero bianco, farine raffinate, burro... un vero attentato alla salute. Perché dinque non prepararseli da soli a casa, con amore e con un occhio puntato verso gli ingredienti? Ecco qui dunque delle castagnole preparate seguendo i principi del metodo Kousmine, fatte con prodotti 100% biologici. Le ho appena assaggiate (anzi, mentre sto scrivendo ne ho una tra le mani): sono buonissime! Voglio quindi condividere con voi la ricetta, in modo che poi voi possiate condividere con me il piacere di gustarle.
 



Ingredienti
100 gr di farina di farro (io l'ho macinata al momento con un macina cereali)
3 cucchiai di crema di nocciole (100% nocciole)
3 cucchiai di yogurt di soia
1 cucchiaio di sciroppo d'acero
1 cucchiaio di cacao amaro in polvere 
1 cucchiaino di lievito naturale per dolci




Inserire tutti gli ingredienti in un recipiente e girare con il cucchiaio di legno. Formare quindi con l'impasto delle palline e adagiarle su una teglia rivestita da carta da forno. Infornare a 180° per circa 10 minuti.

Clicca qui per acquistare il libro con lo sconto
https://www.macrolibrarsi.it/libri/__50-sfumature-di-budwig-libro.php?pn=2658
Clicca qui per acquistare il libro con lo sconto

mercoledì 23 gennaio 2019

Sformatino di cavolfiore allo zafferano e semi di papavero

Ingredienti
Mezzo cavolfiore
2 patate
1 bustina di pistilli di zafferano
sale marino integrale q.b.
semi di papavero q.b.


Lessare le patate in acqua bollente, scolarle, sbucciarle e passarle nello schiacciapatate.
Lavare il cavolfiore, tagliarlo a pezzetti, cuocerlo a vapore e passarlo nel mixer per ottenere una crema omogenea.
Unire le patate schiacciate e il cavolfiore, girando bene e aggiungendo il sale e i pistilli di  zafferano (messi preventivamente in poca acqua per reidratarli).
Inserire negli stampini per muffin dei semi di papavero, quindi riempirli con il composto ottenuto. Cuocere in forno a 180° per 10 minuti. 

https://www.macrolibrarsi.it/libri/__dimagrisci-con-la-psicoalimentazione-libro.php?pn=2658
https://www.macrolibrarsi.it/libri/__cucina-vegana-e-metodo-kousmine-libro.php?pn=2658
https://www.macrolibrarsi.it/libri/__50-sfumature-di-budwig-libro.php?pn=2658


domenica 30 dicembre 2018

Delizia crudista alla crema di cacao


Questa delizia è ottima per la cena dell'ultimo dell'anno. E' facile da prepararsi e ha un gusto accattivante. Vi attirerete i complimenti degli amici!  Ecco dunque la ricetta, che si avvale di materie prime sane e genuine. Sperimentatela e fatemi sapere com'è andata nei commenti.

Ingredienti
Per la base
140 gr di mandorle
140 gr di datteri
5 cucchiai di latte di mandorle

Per la crema
1 avocado maturo
25 g di cacao amaro crudo
3-4 cucchiai di sciroppo d’agave o d’acero






Mettete in ammollo le mandorle e i datteri (dopo averli denocciolati) per 30 minuti. Nel frattempo preparate la crema: sbucciate l'avocado, togliete il nocciolo centrale e schiacciate bene la polpa con la forchetta. Aggiungete il cacao e lo sciroppo di agave (o di acero) e girate con un cucchiaio fino ad ottenere una crema omogenea.
Passati i 30 minuti, scolate mandorle e datteri, metteteli nel mixer insieme al latte di mandorle e tritate bene fino ad ottenere un impasto compatto e lievemente appiccicoso.
Utilizzando degli stampini, stendete il composto sul fondo e lungo i bordi, schiacciandolo bene. Togliete gli stampini e metteteci sopra la crema di cacao che avete preparato. Riponete in frigo per almeno un'ora prima di servire.

Trovi molte ricette anche nel libro! Clicca qui per acquistarlo.
http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
50 sfumature di bontà. Clicca qui

Cantuccini vegan noci e banana

Ingredienti
300 g di farina integrale di farro
100 g di gherigli di noci
80 g di zucchero integrale di canna
2 banane mature
1/2 bustina di lievito naturale per dolci (cremor tartaro)
latte di avena (quato ne serve per rendere l'impasto morbido)
un pizzico di sale marino integrale





Mettere le noci in un macinino da caffè (o in un frullatore)  insieme allo zucchero e spezzettarle grossolanamente; unirle quindi agli ingredienti secchi  (farina di farro, cremor tartaro e sale). Aggiungere le banane (precedentemente schiacciate con la forchetta) e, se l'impasto risulta troppo secco, versarvi del latte di avena per renderlo più morbido. Mettere in forno a 180° formando con l'impasto 2 strisce dello spessore di circa 2 cm. Dopo circa 15-20 minuti, tirare fuori dal forno, tagliare i biscotti (stile cantuccini), e rimettere in forno per altri 5-10 minuti.

https://www.macrolibrarsi.it/libri/__cucina-vegana-e-metodo-kousmine-libro.php?pn=2658



sabato 29 dicembre 2018

Ricetta per San Silvestro: riso rosso allo Champagne

Buongiorno, ecco oggi per voi un'idea per la cena dell'ultimo dell'anno: il riso rosso allo Champagne, dal gusto semplice, avvolgente e delicato. 
Il riso rosso è molto ricco di fibre, di sali minerali e di antiossidanti. Contiente una buona dose di amminoacidi e se, come d'usanza, cuocerete le  lenticchie per la sera di San Silvestro, allora la quota di proteine sarà completa. 
Ma andiamo alla ricetta.






Ingredienti (per 2 persone)
170 gr di riso rosso thai
1 porro
300 ml di brodo vegetale
300 ml di Champagne
2 cucchiai di olio extravergine d'oliva spremuto a freddo
prezzemolo  q.b.
sale marino q.b.





Mettere in un tegame poca acqua, aggiungere il porro a rondelline e cuocere per pochi minuti. Versare il riso e farlo insaporire qualche istante a fiamma alta girando con un cucchiaio di legno. Mettere nel tegame lo Champagne, mescolando continuamente il riso in modo che non si attacchi  ed aggiungere qualche mestolo di brodo vegetale leggermente salato  per completare la cottura. Servire nei piatti aggiungendo un po' di prezzemolo tritato e l'olio a crudo.

http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/cucina-vegana-e-metodo-kousmine.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/dimagrisci-con-la-psicoalimentazione.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!

martedì 25 dicembre 2018

Decotto antinfiammatorio - Giorno 25 delle Ricette dell'Avvento

Buongiorno a tutti! Oggi, per Natale, vi regalo la ricetta di questo decotto antinfiammatorio, molto utile in questi giorni per lenire i dolori dovuti alle infiammazioni (che possono esacerbarsi proprio durante le festività, a causa delle grandi mangiate). Ve lo consiglio un paio di volte al giorno, al mattino e alla sera. 
La tazza che vedete l'ho acquistata da NumeroDue Concept Store a Orbetello, di Maurizio Andreuccetti, che ringrazio di cuore. Ma ecco qui la ricetta, per il venticinquesimo (e ultimo) giorno delle Ricette dell'Avvento. Vi auguro un sereno Natale! 💓






Ingredienti
1 cucchiaino di curcuma
1 fettina di zenzero fresco
1 pizzico di pepe nero (appena macinato)






Far bollire in mezzo litro di acqua gli ingredienti per 10 minuti (a fiamma bassa); lasciare riposare 10 minuti, quindi filtrare e bere. Assumerne 2 tazze al giorno: 1 la mattina a digiuno, 1 la sera prima di andare a letto.
http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/cucina-vegana-e-metodo-kousmine.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/dimagrisci-con-la-psicoalimentazione.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!



lunedì 24 dicembre 2018

Hummus di ceci - Giorno 24 delle Ricette dell'Avvento

Ecco qui un'altra idea facile per la tavola di Natale, che vi propongo per il giorno 24 delle Ricette dell'Avvento. Si tratta dell'hummus, preparazione tipica del Medio Oriente. Facile a farsi, è ottimo sia come antipasto, magari spalmato su una fetta di pane casareccio o su una costa di sedano, ma anche per condire le insalate. Da provare.
Nella foto, ho adagiato l'hummus sui piatti presi da NumeroDue Concept Store a Orbetello.
Ma ecco qui la ricetta. 


 Ingredienti
250 gr di ceci lessati
2 cucchiai di tahin (crema di sesamo)
Il succo di un limone
mezzo cucchiaino di cumino
2 cucchiai di olio
1 spicchio di aglio
1 cucchiaino di semi di sesamo
1 pizzico di sale marino integrale






Schiacciare l'aglio, mettere tutto nel bicchiere del frullatore a immersione e frullare bene fino ad ottenere una crema omogenea. Adagiare sul piatto spolverando con i semi di sesamo.

La ricetta è presente anche nel mio libro "Cucina vegana e metodo Kousmine". 
http://www.tecnichenuove.com/libri/cucina-vegana-e-metodo-kousmine.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/dimagrisci-con-la-psicoalimentazione.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!


domenica 23 dicembre 2018

Frullato mela e cannella

La mela contiene acqua. zuccheri (soprattutto fruttosio), vitamine A, B1, B2, PP, C, acidi organici e sali minerali (potassio, ferro, calcio, fosforo, magnesio, silicio). Ha proprietà digestive, regolatrici dell'intestino, diuretiche. L'estratto di mela è utile contro i raffreddori e la tosse convulsiva. Svolge azione preventiva contro le artriti ed ha proprietà rimineralizzanti, attivando e favorendo  l'assimilazione del calcio. E perché dunque non utilizzarla per questo gustoso frullato?
Oggi l'ho inserito nella tazza natalizia che ho preso da NumeroDue Concept Store a Orbetello.
Ecco la deliziosa ricetta del giorno 23 delle Ricette dell'Avvento.






Ingredienti
1 mela rossa
1 tazza di latte di avena 
1 cucchiaino di cannella appena macinata





Intiepidire il latte di avena, metterlo nel frullatore insieme alla mela tagliata a pezzetti, lasciando la buccia, e la cannella. Frullare e inserire nella tazza, decorando con un po' di cannella in superficie.
http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/cucina-vegana-e-metodo-kousmine.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/dimagrisci-con-la-psicoalimentazione.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con un click!



sabato 22 dicembre 2018

Insalata invernale con crema di zucca e anacardi - Giorno 22 della Ricette dell'Avvento


Anche in inverno, quando fa freddo, le insalate rappresentano il nostro apri-pasto per eccellenza.  Io le lavo con l'acqua calda, in modo che non risultino poi gelate quando le mangio e me le possa assaporare con gusto. Ecco qui questa splendida insalata condita con crema di zucca, zenzero e anacardi, condimento che ho utilizzato quando era ancora tiepido. E' l'idea di oggi per il giorno 22 delle Ricette dell'Avvento. 
L'insalatiera capiente con i cuori si trova nell'assortimento di NumeroDue Concept Store a Orbetello.
Ma ecco la ricetta.





Per il condimento
150 gr di zucca (pulita)
2 cucchiai di anacardi
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva spremuto a freddo
sale marino integrale q. b.
1 pezzetto di zenzero fresco
  
Pulire la zucca e  tagliarla a cubetti piccoli. Cuocere la zucca al vapore per 15-20 minuti. Nel frattempo lasciare in ammollo gli anacardi. Quando la zucca è cotta, frullarla con  un minipimer insieme agli anacardi (lasciarne solo 5-6 interi per aggiungere dopo all'insalata) per ottenere una purea. Aggiungere  il sale, l'olio, grattugiarvi lo zenzero e girare bene.







Per l'insalata
Qualche foglia di indivia
Qualche foglia di radicchio
1 finocchio piccolo
1 carota

Lavare le foglie e tagliarle grossolanamente. Pulire carota e finocchio e tagliarli a pezzetti fini. Mettere l'insalata così ottenuta in un'insalatiera e condire con la crema di zucca, aggiungendo infine i 5-6 anacardi.

http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
15% di sconto. Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/dimagrisci-con-la-psicoalimentazione.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
15% di sconto. Acquista con un click!
http://www.tecnichenuove.com/libri/cucina-vegana-e-metodo-kousmine.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
15% di sconto. Acquista con un click!


venerdì 21 dicembre 2018

Gnocchi al ragù di mandorle - Giorno 21 delle Ricette dell'Avvento

Ecco qui un'idea per il pranzo di Natale: gli gnocchi al ragù di mandorle. E' questa la proposta di oggi, per il giorno 21 delle Ricette dell'Avvento. Siete ancora in tempo a comprare tutti gli ingredienti e a preparare questa delizia!
Piatto, scodella e decorazioni sono in linea con l'atmosfera natalizia e li potete trovare da NumeroDue Concept Store a Orbetello. Ma ecco qui la ricetta😋

Per il ragù di mandorle
Ingredienti
250 ml di passata di pomodoro
mezza cipolla
mezza carota
50 g di mandorle intere
2 cucchiai di olio extravergine di oliva
sale marino integrale q.b.
qualche foglia di prezzemolo




Per gli gnocchi
Ingredienti
400 gr di patate biologiche (abbastanza farinose)
200 gr di farina di farro integrale (fresca)
sale marino integrale




Cuocere le patate, ancora provviste della buccia, in abbondante acqua per circa 30 minuti. Controllare con la forchetta che siano ben cotte, quindi sbucciarle quando sono ancora calde e schiacciarle con uno schiacciapatate. Disporle poi in una spianatoia o in una terrina, salarle, aggiungere gradualmente la farina di farro e impastare bene. La quantità di farina  potrebbe essere leggermente maggiore o minore, a seconda del tipo di patata che viene utilizzata. L’impasto finale deve risultare morbido, ma non troppo molliccio.
Da questo impasto estrarre dei pezzi che vanno allungati con le mani per dare loro la forma di piccoli cilindri dello spessore di 2-3 centimetri;  tagliare dunque gli gnocchi e riporli per un'ora in frigorifero, su  di un vassoio infarinato.
Nel frattempo pulire e tagliare finemente mezza cipolla e mezza carota e fare il "soffracqua", ovvero metterle a cuocere in una padella antiaderente con poca acqua. Intanto macinare grossolanamente le mandorle con un mixer o con un macinino da caffè. Quando la cipolla sarà leggermente cotta, aggiungere  la passata di pomodoro, insaporendola con un po’ di sale e prezzemolo tritato. Far cuocere il ragù per 10-15 minuti a fiamma bassa, in modo che si restringa, quindi spegnere, aggiungere l'olio, le mandorle tritate e girare.
A questo punto portare abbondante acqua salata ad ebollizione e metterci a cuocere gli gnocchi, che vanno scolati appena vengono a galla.
Metterli infine in un piatto e condirli con il  ragù di mandorle.
http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Clicca qui. Sconto del 15%
http://www.tecnichenuove.com/libri/cucina-vegana-e-metodo-kousmine.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Clicca qui. Sconto del 15%!

giovedì 20 dicembre 2018

Cous cous di cavolfiore - Giorno 20 delle Ricette dell'Avvento

Per disintossicarci prima delle feste, vi propongo oggi questo "cous cous" fatto con il cavolfiore, per il giorno 20 delle Ricette dell'Avvento. Si tratta di una ricetta crudista, dal sapore agro-dolce, che può essere usata come monopiatto per sentirsi appagati e leggeri.
Piatti e decorazione sono presenti nell'assortimento di NumeroDue Concept Store a Orbetello.






Ingredienti
1 cavolfiore piccolo
50 gr di zucca
2 foglie di insalata
1 carota
50 gr di mandorle
1 manciata di uvetta
il succo di limone appena spremuto
la scorza del limone
sale marino q.b. (opzionale, io non lo uso)
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva spremuto a freddo






Tritare il cavolfiore nel mixer senza l'acqua per ottenere la consistenza del cous cous, quindi pulire la zucca, tagliarla molto fina, farla a quadretti e metterla nel succo del limone per 15 minuti; tagliare le foglie d'insalata e la carota a pezzetti piccoli e tritare le mandorle con un macinino da caffè (o con il mixer); a questo punto unire il tutto aggiungendo l'uvetta, la scorza di limone, il sale e l'olio.

http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Clicca qui per acquistare il libro con lo sconto!

mercoledì 19 dicembre 2018

Il castagnaccio Kousmine - Giorno 19 delle Ricette dell'Avvento

Per  il giorno 19 delle Ricette dell'Avvento, ecco qui  un dolce che fa parte della cucina "povera", utilizzata nel passato in quei luoghi dove le castagne abbondavano. Le sue origini sono incerte e remote (se ne parla già nel XVI secolo) e si legge che l'inventore fu un lucchese, Pilade da Lucca. Fu a partire dall’Ottocento che i toscani lo avrebbero diffuso nel vasto bacino dell’Italia settentrionale. Ecco qui la versione Kousmine (che non prevede l'uso dell'olio cotto): è buona, delicata e appetitosa. Nella foto ho adagiato il castagnaccio sopra un centrotavola rosso natalizio che ho trovato da NumeroDue Concept Store a Orbetello.






Ingredienti
300 gr di farina di castagne
50 gr di zucchero integrale di canna (facoltativo,  io non lo uso)
4 tazze di acqua 
50 gr di uvetta 
30 gr di pinoli
2 cucchiai di semi di lino
1 rametto di rosmarino
Un pizzico di sale marino integrale





Per prima cosa mettere i semi di lino nel bicchiere del frullatore a immersione, ricoprirli di acqua e lasciarli in ammollo per un'ora. Passato questo periodo frullarli bene. Mettere anche l’uvetta in ammollo in acqua tiepida per 15 minuti. Amalgamare la farina di castagne con l'acqua, utilizzando una frusta in modo da  ottenere un impasto morbido, liscio e denso. Unire al composto i pinoli e l’uvetta strizzata, lasciandone da parte una piccola quantità da spargere sulla superficie del castagnaccio. Mescolare bene, aggiungendo anche i semi di lino frullati, il pizzico di sale, lo zucchero se si decide di usarlo e gli aghi di rosmarino tagliati a pezzetti piccoli (io uso le forbici per spezzettare gli aghi dal rametto). Mettere la carta da forno sulla teglia e versarvi l'impasto. Spargere sulla superficie qualche pinolo, qualche chicco di uvetta, aghi di rosmarino, quindi infornare (in forno preriscaldato) e lasciar cuocere per 30 minuti circa a 180°. Il castagnaccio è pronto quando  in superficie si forma una crosticina un po' più dura.
http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
In tutte le librerie e cliccando qui!


http://www.tecnichenuove.com/libri/cucina-vegana-e-metodo-kousmine.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
In tutte le librerie e cliccando qui!


http://www.tecnichenuove.com/libri/dimagrisci-con-la-psicoalimentazione.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
In tutte le librerie e cliccando qui!




martedì 18 dicembre 2018

Pudding di Chia - Giorno 18 delle Ricette dell'Avvento

Per il giorno 18 delle Ricette dell'Avvento, troviamo questo buonissimo pudding di Chia. Prima qualche curiosità. I semi di Chia sono un superalimento che ha trovato molti consensi negli ultimi anni. Il termine "chia" deriva dalla parola azteca "chian", che significa olio: sono infatti ricchi di acidi grassi, soprattutto  omega-3 nella forma vegetale acido alfa linolenico (ALA).
Il loro successo si deve alle loro proprietà:


  • Sono ricchissimi di calcio, potassio, magnesio. Hanno anche alte quantità di ferro e di manganese;
  • Sono ricchi di proteine ​​- quindi sono un'utile fonte di proteine ​​vegetali e forniscono un'ottima gamma di aminoacidi, in particolare per le diete vegetariane e vegane;
  • Hanno alti livelli di antiossidanti e fitonutrienti. Infatti contengono il 30% in più di antiossidanti rispetto ai mirtilli. Gli antiossidanti, come sappiamo, combattono la produzione di radicali liberi, che possono danneggiare le molecole delle cellule e contribuire all'invecchiamento e a varie malattie, come il cancro;
  • Hanno proprietà anti-infiammatorie, che ripristinano l'idratazione della pelle, ne riducono il rossore e prevengono l'acne;
  • Contribuiscono alla riduzione della pressione sanguigna;
  • Essendo ricchi di fibre alimentari, i semi di chia sono benefici per la regolarità intestinale. Inoltre l'alto contenuto di fibre aiuta anche le persone a sentirsi più sazie, perché assorbono una notevole quantità d'acqua e si espandono immediatamente nello stomaco quando vengono mangiati. Per questo sono utili nelle diete dimagranti. 
Ma ecco la ricetta di questo splendido pudding, ricordandovi che il bicchiere e le decorazioni sono da NumeroDue Concept Store a Orbetello.

Ingredienti
Mezza tazza (125 ml) di latte di mandorle (o altro latte vegetale)
1 mela piccola
1 banana matura piccola
1 cucchiaio e mezzo di uvetta
1 cucchiaio di fiocchi d'avena





Mettere in un barattolo provvisto di tappo i semi di chia, la banana schiacciata con la forchetta, tre quarti di mela grattugiata con tutta la buccia e il latte vegetale. Mescolare bene per amalgamare gli ingredienti, chiudere con il tappo e agitare per qualche secondo. Riporre in frigo per 4 ore. Riprendere il barattolo, aprirlo e adagiare il budino così ottenuto  in un bicchiere stratificando: un po' di composto con la chia, poi un cucchiaio di uvetta, quindi di nuovo chia, poi il resto della mela a fette sottili (tranne una fettina per la decorazione), quindi di nuovo la chia. Completare con il topping: l'uvetta rimasta, i fiocchi d'avena e la fettina di mela.

http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Clicca qui per lo sconto del 15%

lunedì 17 dicembre 2018

Purè di zucca al rosmarino con crostini delicati

Per il giorno 17 delle Ricette dell'Avvento vi suggerisco questo buon contorno a base di zucca. Nella foto è accompagnato da dei crostini senza glutine al rosmarino, preparati in maniera molto veloce. Il connubio è ottimo. Per quanto riguarda le proprietà, la zucca è altamente diuretica e regolatrice intestinale. Lasciandoci la buccia aumenta il quantitativo di fibra e diminuisce il carico glicemico.  Buono il contenuto  di caroteni, che il nostro organismo trasforma in vitamina A, ma anche di vitamine del gruppo B e di fosforo e potassio.  I semi di zucca sono ricchi di cucurbitina, una sostanza che protegge la prostata e previene patologie dell’apparato urinario maschile e femminile (come la cistite). I semi di zucca sono inoltre ricchi di proteine. Una curiosità: sono vermifughi e per secoli costituirono un ottimo rimedio contro la tenia. Vanno consumati non tostati, al naturale.
Che ne dite delle vaschette rosse natalizie della foto?  Insieme alla decorazione, il pupazzo di neve, sono a disposizione da NumeroDue Concept Store a Orbetello.



Purè di zucca
Ingredienti
300 gr di zucca (pulita)
2 cucchiai di semi di zucca
1 cucchiaio di olio extravergine d'oliva spremuto a freddo
sale marino integrale q. b.
1 rametto di rosmarino
  
Pulire la zucca, lasciando la buccia, toglierle i semi e  tagliarla a cubetti (più sono piccoli meno tempo ci vorrà di cottura). Cuocere la zucca al vapore per 15-20 minuti con un rametto di rosmarino, quindi frullarla con  un minipimer per ottenere una purea. Aggiungere l'olio, il sale e servire spargendo i semi sulla superficie.

Crostini
Ingredienti
50 grammi di grano saraceno
50 grammi di miglio
Acqua q.b.
1 rametto di rosmarino
1 pizzico di sale marino integrale




Macinare con un macina cereali (o con un mixer/robot da cucina potente) il grano saraceno e il miglio, in modo da farne farina. Aggiungere l'acqua e il sale e girare col cucchiaio per ottenere un impasto morbido e un po' appiccicoso. Tagliare gli aghi di rosmarino a pezzetti piccolissimi e aggiungerli all'impasto, che va steso su una teglia antiaderente (o su carta da forno) in  uno spessore fino, aiutandosi col cucchiaio.  Mettere in forno a 180° per circa 10 minuti. Spegnere e lasciar raffreddare un po'. A questo punto toglierli dal forno e tagliarli a pezzetti con le mani (se si vuole un risultato più ordinato, basta passare con un coltello sull'impasto prima di infornare, con dei tagli perpendicolari, a mo' di rete: in questo modo si staccano quadrettati).
L'alternativa è utilizzare, al posto del forno, un essiccatore, che si può impostare a 40° e lasciare acceso per 16 ore.

http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Acquista con lo sconto del 15%!

domenica 16 dicembre 2018

Crema di broccoli, cavolo verde e nocciole - Giorno 16 delle Ricette dell'Avvento

Ecco qui per oggi un'altra proposta facile e gustosa per il giorno 16 delle Ricette dell'Avvento. Si tratta di una crema che si prepara in  un tempo molto breve, ma non a discapito del gusto. I broccoli e il cavolo verde appartengono alla famiglia delle Crucifere, ricche di sostanze fitochimiche in grado, secondo molti studi,  di prevenire il cancro.  Contengono molti antiossidanti, vitamine e minerali tra cui il ferro e i folati, oltre ad un buon contenuto di vitamina C. Sono anche fonte di potassio, minerale che combatte l'ipertensione. Meglio però non cuocerle troppo, altrimenti si perdono molte delle loro preziose proprietà.
I piatti e le decorazioni della foto sono di NumeroDue Concept Store ad Orbetello.






Ingredienti (per 2 persone)
1 broccolo piccolo
mezzo cavolo verde piccolo
20 nocciole
4 cucchiai di yogurt di soia
noce moscata (oppure cannella)
sale marino integrale q.b.
2 cucchiai di olio extravergine spremuto a freddo






Pulire gli ortaggi e metterli a cuocere al vapore per circa 10-15 minuti, dopo di che frullarli. Macinare le nocciole con un macinino da caffè (o con il mixer) e aggiungerle alla crema di cavolfiore e broccoli, insieme all'olio e al sale, mescolando bene. Mettere la crema ottenuta nei piatti e aggiungervi sopra lo yogurt (2 cucchiai per piatto). Terminare macinandovi un po' di noce moscata (oppure spolverandovi della cannella, se si preferisce).

http://www.tecnichenuove.com/libri/50-sfumature-di-budwig.html?acc=6512bd43d9caa6e02c990b0a82652dca
Approfitta dello sconto! Clicca qui
 

Cucina vegana e metodo Kousmine

Cucina vegana e metodo Kousmine
Sana, naturale, gustosa. Con tante ricette!

Esci di testa... entra nel cuore

Esci di testa... entra nel cuore
Prendi la via del Risveglio e realizza te stesso

Donne sOle

Donne sOle
Per portare la tua luce nel mondo!

Dimagrisci con la Psicoalimentazione

Dimagrisci con la Psicoalimentazione
Un percorso in 7 passi per raggiungere il proprio peso forma